Tesori e prelibatezze della Toscana e dell'Umbria

Tesori e prelibatezze della Toscana e dell'Umbria
AUTO03
Aereo o treno
8giorni
Tour in auto

La Toscana e l'Umbria rappresentano il «cuore» del nostro Paese; sono delle regioni talmente ricche di meraviglie artistiche, paesaggistiche e culturali da togliere il fiato. Durante questo fantastico viaggio avrete l'occasione di vedere, vivere e gustare quanto di più straordinario queste terre hanno da offrire.

Itinerario consigliato

1° giorno: Apt Firenze – dintorni di Firenze
Arrivo all'aeroporto di Firenze, ritiro dell'auto a noleggio e trasferimento in hotel nei dintorni di Firenze. Cena libera e pernottamento.

2° giorno: Firenze
Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita libera di Firenze, capitale mondiale dell'arte che ospita ben il 25% delle opere d'arte di tutto il mondo! Visita del centro “religioso” con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, meglio conosciuta come il Duomo, terza chiesa in Europa per grandezza la cui cupola - realizzata da Brunelleschi - rimane tutt'ora la più grande cupola in muratura mai costruita; il Campanile di Giotto, la torre campanaria del Duomo, allineato alla sua facciata ed alto 82 m; il Battistero di San Giovanni Battista, l'edificio più antico del complesso posto difronte al Duomo e dedicato al Santo Patrono della città. In seguito visita del centro “civile” di Firenze con Piazza della Signoria, da sempre centro della vita politica e sociale della città; Palazzo Vecchio, elemento centrale della piazza costruito all'inizio del 1300 quale sede del Governo; la Loggia dei Lanzi, nata come punto d'incontro della folla durante le cerimonie ufficiali, divenne nel corso dei secoli una sorta di museo all'aperto delle sculture della collezione medicea. Passeggiata sul Ponte Vecchio, imperdibile simbolo della città, famoso per le botteghe orafe e la vista sul fiume Arno. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita della Galleria degli Uffizi, situata al primo e secondo piano dell'edificio commissionato da Cosimo I de' Medici e progettato dal Vasari per ospitare gli uffici (“uffizi” appunto) amministrativi e giudiziari di Firenze. Oggi la Galleria degli Uffizi è uno dei più grandi musei al mondo per le collezioni di sculture e pitture presenti che rievocano nomi eccellenti come ad esempio Giotto, Botticelli, Raffaello, Michelangelo e Caravaggio. Rientro in hotel. Cena libera e pernottamento.

3° giorno: il Chianti
Prima colazione a partenza in direzione di Greve in Chianti, sosta a Podere le Fornaci, azienda agricola specializzata nella produzione di formaggi biologici di capra. Visita della fattoria e del caseificio e degustazione di formaggi. Al termine, proseguimento per Greve in Chianti, idealmente considerato la porta di accesso alla Regione del Chianti. Visita di una cantina, degustazione di vini e pranzo a base di prodotti tipici toscani. Nel pomeriggio proseguimento verso l'itinerario del Chianti Classico, attraversando paesi e paesaggi dall'importante passato ed il caratteristico apparire come Castellina in Chianti, Radda in Chianti e Gaiole in Chianti. Al termine arrivo in hotel nella regione del Chianti e sistemazione. Cena libera e pernottamento.

4° giorno: Siena – San Gimignano
Prima colazione e partenza per Siena, incantevole città medioevale situata su tre colli in una zona delimitata a nord da vigneti ed uliveti e a sud dalle crete. Visita del centro storico divenuto del '95 Patrimonio UNESCO con la splendida Piazza del Campo, tra le più belle al mondo, situata nel punto in cui le tre colline si congiungono formando un leggero avvallamento; è caratterizzata dalla particolare forma a conchiglia, il pavimento in cotto ed i palazzi che la circondano come quasi a volerla abbracciare. Tutt'oggi questa piazza è palcoscenico del mitico “Palio”, un'antica corsa di cavalli che ha luogo 2 volte l'anno e che vede protagoniste le Contrade della città. Da non dimenticare il Duomo, dedicato alla Madonna dell'Assunta, un'imponente cattedrale in stile romanico-gotico ampiamente decorata in marmo bianco e verde scuro, colori simbolo della città, che si ripropongono anche nel maestoso pavimento composto da 57 mosaici differenti, alcuni dei quali restano coperti gran parte dell'anno per preservarli dall'usura. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento per San Gimignano, la città delle torri che, con varie altezze differenti ne caratterizzano il profilo. Anticamente le famiglie benestanti di San Gimignano arrivarono a costruire ben 72 torri quali simbolo del proprio benessere economico, oggi di quelle torri ne restano soltanto 14. Passeggiata per il centro cittadino formato da Piazza della Cisterna e Piazza del Duomo; la prima è adornata dalla cisterna che fornì acqua agli abitanti per circa 800 anni; la seconda ospita il Palazzo del Podestà con l'odierna Torre dell'Orologio, un tempo nota come Torre Rognosa perché adibita a prigione. Visita della Collegiata (Duomo), edificio romanico rimaneggiato nel '400, suddiviso in tre navate decorate con importanti affreschi tra i quali spiccano quelli del Ghirlandaio. Rientro in hotel. Cena libera e pernottamento.

5° giorno: Montalcino - Montepulciano - Perugia
Prima colazione in hotel e partenza per Montalcino. Passeggiata per questo piccolo borgo situato sopra un'altura coltivata ad olivi ma soprattutto a vigneti dai quali si produce il rinomato Brunello. Visita del Museo del Brunello, oltre 1000 mq di esposizione, un percorso tra fotografie, video e documenti per scoprire le origini di un meraviglioso prodotto dell'eccellenza italiana. Proseguimento per Montepulciano, una cittadina medievale tra le più caratteristiche d'Italia, situata in posizione panoramica su un colle tra Valdichiana e Val d'Orcia, famosa per il suo ottimo vino Nobile di Montepulciano ed il suggestivo tessuto urbano che si presenta come un intreccio di vicoli ripidi e stretti. Pranzo in agriturismo a base di prodotti tipici. Proseguimento per Perugia. Visita del centro storico con la scenografica Piazza IV Novembre decorata dalla Fontana Maggiore disegnata a vasche poligonali sovrapposte e pannelli scolpiti da Nicola e Giovanni Pisano; la Cattedrale di San Lorenzo, imponente tempio gotico dalla facciata semplice ed austera in contrasto con un massiccio portale barocco; il palazzo dei Priori conosciuto anche come “il palazzo cresciuto nel tempo” perché nel corso dei secoli, man mano che l'importanza di Perugia aumentava, il palazzo si estendeva in lunghezza. Sistemazione in hotel a Perugia. Cena libera e pernottamento.

6° giorno: Assisi - Spello - Gubbio
Prima colazione e partenza per Assisi, alle pendici del Monte Subasio. Visita della città di San Francesco: la spettacolare Basilica a lui dedicata articolata in due chiese sovrapposte dove quella inferiore è la Cripta del Santo e sostiene, simbolicamente, quella superiore che rappresenta l'Ordine Francescano e quindi dedicata alla predicazione ed alla celebrazione; il Duomo di San Rufino, una delle più celebri chiese romaniche italiane e luogo in cui fu battezzato San Francesco; la Basilica di Santa Chiara caratterizzata dalle fasce di pietra di Subasio rosa e bianche con cui fu realizzata; le piccole stradine medievali che affascinano i viandanti. Proseguimento per Spello, la città “fiorita”, nota per la sentita tradizione del decorare con i fiori, qui ogni anno ha luogo la famosa “infiorata del Corpus Domini” che consiste nella realizzazione di quadri ispirati a motivi religiosi utilizzando soltanto elementi vegetali e floreali. Da non perdere la visita della Chiesa di Santa Maria Maggiore che ospita la famosa Cappella Baglioni pavimentata con magnifiche maioliche di Deruta ed affrescata dal Pinturicchio con un ciclo di opere ed un suo autoritratto. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita di Gubbio una delle più belle città medievali d'Italia che ha conservato pressoché intatte le testimonianze del suo passato. Visita del Palazzo dei Consoli, orgoglio della città costruito sulla maestosa Piazza Grande, una piazza pensile poggiata su grandi archi di sostegno in posizione elevata rispetto alla città antica. Degno di nota il il Duomo intitolato ai SS. Mariano e Giacomo in stile gotico risalente all'anno 1000; il Palazzo Ducale, unico esempio del Rinascimento; la Chiesa di San Francesco, in assoluto una delle prime costruite in memoria del Santo di Assisi. Passeggiata tra gli intricati vicoli e le caratteristiche botteghe che popolano il centro storico. Rientro in hotel. Cena libera e pernottamento.

7° giorno: Cortona - Arezzo - Incisa in val d'Arno
Visita libera di Cortona, situata in zona collinare al confine tra Toscana ed Umbria, in antichità considerata in posizione strategica per il controllo dei territori circostanti e quindi quasi interamente racchiusa in una cinta muraria ancora oggi visibile. Cortona affascina per la sua architettura tipicamente medievale, i vicoli stretti e pavimentati a ciottoli, le minute botteghe artigiane e la buona cucina tipica. Visita del Duomo, la cui facciata sobria e quasi spoglia in stile romanico contrasta con l'interno molto decorato che qualcuno definì una “Pinacoteca di arte sacra”; poco distante la Chiesa di san Francesco d’Assisi, molto cara agli abitanti di Cortona, custodisce alcune reliquie del grande Santo italiano che qui trascorse importanti momenti della sua vita; ed il Museo Diocesano, situato nella Chiesa del Gesù (ora sconsacrata) e custodisce, nelle sue nove sale, grandiose opere di artisti locali quali Luca Signorelli e una delle più belle Annunciazioni del Beato Angelico oltre ad arredi ed ornamenti liturgici dal notevole valore storico ed artistico. Pranzo libero. Proseguimento per Arezzo, patria natia di illustri personaggi storici come Francesco Petrarca, Piero della Francesca e Giorgio Vasari, si presenta come una città d'altri tempi, al di là del caos e la stravaganza di talune località della Toscana. Passeggiando per il centro storico è possibile cogliere tracce delle diverse culture che si sono susseguite nel tempo e dei diversi artisti che qui hanno vissuto e lavorato. Merita una visita il Duomo, in posizione dominante in cima ad una scalinata di pietra, visibile a chilometri di distanza. La sua costruzione fu iniziata e poi ultimata molti secoli dopo, ospita importanti opere d'arte come le imponenti vetrate di Guglielmo da Marcillat e la Maddalena di Piero della Francesca. Ulteriore capolavoro di quest'ultimo ha dimora nella Chiesa di San Francesco, la “Leggenda della Vera Croce” opera di inestimabile valore. Visita di Piazza Grande (o Piazza Vasari), resa celebre in tutto il mondo dal film La Vita è Bella di Roberto Benigni che la scelse come location per il suo capolavoro. Sistemazione in hotel nei pressi di Incisa Val d'Arno. Cena libera e pernottamento.

8° giorno: Partenza
Prima colazione in hotel. In base agli orari di partenza del volo, trasferimento all'aeroporto di Firenze e restituzione del veicolo.


Per accedere ai prezzi devi effettuare l'accesso

INDIETRO